Notarangelo, ladro di anime

By in
384


di David Grieco. Italia 2019, 84’. Anteprima mondiale

Sceneggiatura David Grieco
Produzione Istituto Luce Cinecittà

Il documentario “Notarangelo ladro di anime” segna la scoperta di un grandissimo fotografo italiano ben poco conosciuto.
Scomparso il 4 dicembre del 2016, Domenico Notarangelo era un talento del calibro di Henri Cartier-Bresson e di Sebastiao Salgado. A differenza di questi due giganti della fotografia del secolo scorso, Notarangelo non ha viaggiato per il mondo. Tutto il suo lavoro si è concentrato dove era nato e dove viveva, in Puglia e in Basilicata.
Notarangelo è stato soprattutto un giornalista e un dirigente politico. In questa veste, ha incontrato e aiutato Pier Paolo Pasolini a realizzare a Matera il suo “Vangelo secondo Matteo”, ha fatto eleggere ad Aliano la prima donna sindaco del meridione, Maria Ippolita Santomassimo, ed è stato per tanti anni un amico filiale di Carlo Levi, che ha fatto tumulare in Basilicata, dove il grande pittore e scrittore aveva trascorso da antifascista gli anni del confino.
Notarangelo ha prodotto 100.000 fotografie e centinaia di ore in Super 8. Immagini straordinarie, che raccontano come eravamo più e meglio di qualunque libro di storia. Per realizzare questo documentario ci sono voluti più di due anni e il costante sforzo congiunto del regista David Grieco e di suo figlio Manuel, dei figli di Domenico Notarangelo Peppe e Antonio, e di Michele Cecere, storico e antropologo.

In programmazione
03/05 ore 19:15 Galleria 1
A seguire, concerto di Soballera
ingresso libero

54321
(0 votes. Average 0 of 5)